Mostra tutti

IL VINO CHE NASCE DAL CONNUBIO DI NATURA E PREISTORIA

Come visitare le orme dell’Uomo di Neanderthal in località “Ciampate del Diavolo”

La gente del posto per secoli le ha chiamate “Le Ciampate del Diavolo”. Quelle orme che si possono osservare nel terreno a poca distanza dalla tenuta dell’azienda TERRE di TORA hanno l’aspetto terrifico delle impronte di un demonio. Ma “soltanto nel 2003 – rileva un articolo del Mattino del 25 gennaio 2020 – si è compreso che quelle tracce non si riferiscono al passaggio di una entità mefistofelica, ma furono opera di un uomo vissuto circa 350 mila anni”.

Ci troviamo nel territorio comunale di Tora e Piccilli, piccolo borgo dell’alto Casertano, all’interno del parco regionale di Roccamonfina. Qui insiste il più antico sentiero preistorico al mondo percorso dall’uomo. Lo conferma uno studio del “Journal del Quaternary Science” che, secondo quanto riportato dal quotidiano napoletano, “ha permesso di scoprire quattordici nuove impronte non catalogate in precedenza”. E soprattutto di fissare il periodo in cui le orme rimasero impresse all’età dell’Uomo di Neanderthal, che qui dimorava in comunità.

E’ questo il contesto naturale e culturale in cui getta le radici l’azienda “Terre di Tora”, nata nel 2014 dall’incontro di Antonia d’Amore con l’enologo Riccardo Cotarella, al quale si deve l’intuizione di piantare i vigneti nella zona della tenuta esposta a mezzogiorno al fine di sfruttare al meglio un terreno di origine vulcanica dalle straordinarie proprietà.



Per visitare le Ciampate del Diavolo il consiglio è quello di prenotare e chiedere informazioni per le visite guidate contattando l’Associazione Culturale Orme al numero: 3929364536.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *